Archive for the ‘ Programmazione ’ Category

Tora 2.0.X + OracleXE + Ubuntu 8.10 — Appunti sparsi

Il pacchetto Tora và scaricato da sourceforge, quelli del repository non hanno supporto oracle e si fermano alla versione 1.3.X.

sudo apt-get install tora
sudo apt-get remove tora
sudo apt-get install libqscintilla2-3
sudo apt-get install oracle-xe-client

export ORACLE_HOME=/usr/lib/oracle/xe/app/oracle/product/10.2.0/client
export LD_LIBRARY_PATH=/usr/lib/oracle/xe/app/oracle/product/10.2.0/client/lib
export TNS_ADMIN=/usr/lib/oracle/xe/app/oracle/product/10.2.0/client

cd /usr/lib/oracle/xe/app/oracle/product/10.2.0/client/lib
sudo ln -s libclntsh.so.10.1 libclntsh.so.11.1
sudo chown oracle:dba libclntsh.so.11.1

Al che fare doppio click sul pacchetto deb (o usare il terminale come si preferisce) e installare il pacchetto di Tora 2.0.x

Subversion nuovi repo – Reminder personale

Mai una volta che mi ricordi di farlo nel modo corretto…
sudo svnadmin create nuovorepo/
sudo chown -R www-data.subversion nuovorepo/
sudo chmod -R g+w nuovorepo/

Le parentesi graffe queste sconosciute…

Molti linguaggi di programmazione le usano…molti? ehm…qualcuno… cmq qualche linguaggio di programmazione le usa, ed a volte è necessario anche per gli essere umani e non solo per gli sviluppatori utilizzare questi i caratteri { }, ovvero le parentesi graffe. Quando ero uno stagista scolare ai tempi qualcuno mi fece la grazia di indicarmi questo trucco, conosciuto da tutti i bravi prgrammatori che il C/C++ lo masticavano a colazione, ma meno da gente come me che ha incominciato con Visual Basic (ognuno ha le sue macchie 😀 ).

Un modo semplice senza cercarsi il codice ASCII è utilizzare la seguente combinazione di tasti:
“ALTgr” + “SHIFT” + “è” = “{
“ALTgr” + “SHIFT” + “+” = “}

Buona programmazione 😀

Dreamweaver 8 – Rocks!

Inutile dirlo… Dreamweaver li batte tutti, anche su linux!
Ero soddisfatto con gphpedit fino a poco tempo fa, ma se devi fare qualcosa con più di due pagine collegate… Dreamweaver è ancora il meglio in circolazione quindi mi è toccato rispolverare Wine (tristemente) e installare la versione 8 (attualmente è un “platinum” support per wine). Per altro ho fatto così come ho scritto, nessuna modifica, nessuna operazione particolare, lo installi e funziona. Se anche aveste dei problemi comunque la voce sull’appDB di Wine è decisamente completa di soluzioni.

Serve un editor più serio nativo… (no, nemmeno Komodo è valido, almeno non sul PHP).

Trying ActiveState Komodo 4.X e svarie…

Non sembra malvagio, ma l’ho appena installato.

Cmq due note dopo l’installazione della trial: per il debugger PHP vuole la versione CLI, non gli va bene il modulo per apache, quindi per installare il debugger (php 5 per esempio) basta un semplice:

sudo apt-get install php5-cli

Dopodichè tornate sule preferences di Komodo e alla voce Languages->PHP dovreste poter selezionare il debugger (volendo se installate PRIMA questo pacchetto e poi Komodo forse è pure meglio 😛 ).

MySQL WorkBench

Esattamente quello che cercavo 🙂

Già da tempo ero indeciso se muovermi tra postGRE e MySQL, il primo mi ha dato qualche delusione a fronte di alcuni upgrade automatici alla macchina, mentre MySQL si è rivelato definitivamente una roccia, e quindi ho accantonanto PostGRE. Di tutte le utilities grafiche (e gradevoli) della suite, il WorkBench è attualmente l’unico non disponibile su linux, uno sbatto quindi. Complice il fatto di aver facilmente a disposizione un pc con windows l’ho comunque provato.

Diciamola tutta, non è completo, ma c’è abbastanza per disegnare un DB con chiarezza e semplicità, e creare tutti gli elementi necessari: viste, stored, etc . E’ sicuramente quanto di più c’è disponibile sul mercato e al tempo stesso abbastanza semplice. Ci sono altri prodotti, quali DBDesigner, che su Windows fanno la stessa cosa e anche bene, ed il difetto più grande che ho notato è che non mi permette di collegarmi al DB in automatico e uploadargli lo schema. Diciamo che la speranza è di vederlo anche su Linux con quelle due o 3 funziojnalità mancanti in un prossimo futuro. Cmq dateci un occhio potrebbe piacervi, e nel frattempo rimane un buon prodottino per un design rapido dei DB con tutto il necessario per MySQL (e la possibilità di fare dei “CREATE” o “ALTER” script).

EDIT: la funzionalità di scambio con i live database è trale features della “Commercial” edition, ecco spiegate un serie di ingrigiture dubbie sui menù 😛

Komodo 4.3 (openKomodo)

Su consiglio l’ho provato e devo dire che… molto meglio 🙂
Decisamente mi trovo più a mio agio che con qualunque altro prodotto testato (tra cui anche l’ultimo netbeans, che ha il supporto php), soprattutto molto comodo nella stesura del codice. Manca ancora quella parte “visuale” che rende Dreamweaver un prodotto di classe superiore apprezzabile -anche da uno come me che di norma mi muovo solo sul sorgente- pur con i suoi difetti.
Non mi dilungherò ora negli aspetti tecnici, cosi come io sono stato consigliato farò altrettanto, dateci uno sguardo, male non può fare.