Sempre lui… Regio Decreto del 18 Giugno 1931 n°773

Osservare la legge non è reato, se si vuole discutere sulla legittimità è un altro discorso, ma discutere perchè qualcuno l’abbia applicata CORRETTAMENTE è stupido. Chiunque pensi che sia sbagliata può cominciare la raccolta firme per un referendum abrogativo o tramite i suoi rappresentati parlamentari (deputati e senatori) far emergere la questione nelle sedi preposte. Non c’è nulla da discutere.
Un estratto dell’articolo che ci tiriamo dietro dal 1926:

ART. 85. (ART. 83 T.U. 1926).
È VIETATO COMPARIRE MASCHERATO IN LUOGO PUBBLICO.
IL CONTRAVVENTORE È PUNITO CON L’AMMENDA DA L. 100 A 1000.

È VIETATO L’USO DELLA MASCHERA NEI TEATRI E NEGLI ALTRI LUOGHI APERTI AL PUBBLICO, TRANNE NELLE EPOCHE E CON L’OSSERVANZA DELLE CONDIZIONI CHE POSSONO ESSERE STABILIRE DALL’AUTORITÀ LOCALE DI PUBBLICA SICUREZZA CON APPOSITO MANIFESTO.

IL CONTRAVVENTORE E CHI, INVITATO, NON SI TOGLIE LA MASCHERA, È PUNITO CON L’AMMENDA DA L. 100 A 1000.

AGGIORNAMENTO: Cacciari è un idiotino tanto quanto è stupidino il custode…
Maledetto sia il mio sangue caldo…

    • danilla
    • 31 agosto 2008

    vengo io da te… che in fondo vorrei capire cosa tu pensi…
    in breve: si devono fregare le velate o bisogna abolire il decreto?

    che poi Cacciari non è stupidino, anche se spesso è antipatico, quando fa lo sprezzante

  1. Che sinceramente non ha importanza se sia giusto o sbagliato al momento, si continua a fare polemica su una cosa che non dovrebbe esistere, non è un problema nè di Venezia nè del museo e nemmeno del custode. Tutti si sono espressi contro o favore del custode, che non ha senso, ha agito in osservanza alle leggi.
    Per i check-in devi farti riconoscere, se devi mostrare un documento d’identità devi farti riconoscere, se devo avere con te un trattativa o un contratto ho il diritto di vederti in volto o rifutarmi di concludere poichè non ho la certezza dell’identità (giuridicamente è una cosa molto importante). Purtroppo pur risalendo al 1931 (al ’26 per la verità se dobbiamo guardare l’origine) questo decreto ha senso per questioni di ordine pubblico e qiuestioni giuridiche. Che siamo o meno contrari ad un pratica religiosa non ha importanza, civilmente siamo obbligati ad osservare quel decreto perchè mio parere ha senso. A voler essere pure pignoli quel decreto fu promulgato che eravamo già in epoca fascista, non è nemmeno scorretto definire la richiesta di togliersi il velo come un comportamento di estrema destra, è la pura verità.

    • danilla
    • 1 settembre 2008

    capisco, ma resta il problema della mooolto maggiore presenza di donne velate per motivi religiosi, oggi, anche da noi.

    se la metti come la metti tu — che non è insensato — l’unica è cancellare quel decreto. Che però autorizzerebbe anche chiunque a girare con i passamontagna totali e non per motivi reigiosi…
    Quindi, prima o poi, una soluzione più adeguatata al 2008 (che non siamo in era fascista, checché se ne dica), andrebbe trovata…

  2. Come detto, attualmente c’è questo obbligo e penso sia corretto mantenerlo. Non mi stupirebbe se tentassero di abrogarlo, ma farlo creerebbe un precedente pesante sulle “deroghe” religiose, che trasformerebbe tutto in una situazione che definirei “selvaggia”.
    Che io creda o meno in dio, il codice penale non mi permette di lapidare persone, dargli fuoco o torturarle per fargli ammettere di essere servi del demonio. In passato è stato possibile, e sappiamo benissimo come è andata a finire.

  1. No trackbacks yet.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: