IBM Lotus Notes 7 – Client, Administrator e Designer sotto Wine…

Già, sono un sistemista Lotus Notes, pertanto uso i 3 strumenti sopracitati, qualcuno direbbe “stica”, io non mi lamento, per esempio se fossi un sistemista exchange avrei molto più da piangere😀

Ma…questo post non tratta delle solite lamentele (legittime!) su M$ Exchange e di quanto sia magnifico Domino/Notes, ma del fatto che non volevo più usare un macchina virtuale per far girare gli applicativi che mi servono. Quindi ho “winato” Lotus R7 e R8 (7.02 e 8Basic-Beta3 us english, ad essere fiscali), full (Client/Administrator/Designer).

Risparmiatevi i commenti “ma c’è già” , “lo forniscono nativo”, “notes8 blablabla”, vi sego tutti subito:

  • Notes 8 nativo per linux occupa oltre 250 mb di ram, è in BETA3, su ubuntu crasha e probabilmente non sarà mai supportato su Debian Based (ufficialmente solo SLED e RHED), ci sono piccoli passi avanti nel supporto a ubuntu (fatto solo dala community notes), ma non sempre si riesce ad installarlo con successo e non si sà perchè
  • La 7 fornita da IBM utilizza anch’essa wine, e non include l’administrator nè designer (sul secondo posso sorvolare, ma non sul primo)
  • Stò parlando di client-side non di server, giusto per precisarlo ulteriomente

Fatte queste premesse avevo bisogno della suite completa senza ricorrere alla fedele Virtualbox, che ha comunque svolto egregiamente il suo lavoro nell’ultimo mese. Il metodo “semplice” prevede di installare (parlo di feisty, sarò preciso) Wine 0.9.33 pijando il .deb da WineHQ (cercate tra i pacchetti per Edgy), OPPURE pijate i pacchetti per Feisty 0.9.37 (sempre disponibile da WineHQ), le versioni in mezzo potete buttarle nel cesso in quanto buggate. Una volta che ha installato tutto (dipendenze incluse), fate partire il setup di wine tramite winecfg (inviatelo da terminale SENZA i privilegi di root, indi non sudate), tenete le impostazioni di default. RICORDO che la guida è dedicata alla versione FULL del client, english only quindi, non esiste la versione che comprenda l’administrator in italiano.

INSTALLARE NOTES

Ne ho lette parecchie di guide, alla fine ho preferito installare notes lanciando Wine, in pratica da shell digitate:

$ wine CXXXXXX.exe

Non posso dirvi di più, il nome dell’exe installer cambia dalla versione, l’importante è che diate il percorso corretto, tendenzialmente vi potete tenere l’eseguibile anche sul Desktop (quello linux) non ha veramente importanza dove sia locato, quello che è importante è che quando vi chiederà i percorsi di installazione vedrete i classici path windows che altro non saranno una traslazione rispetto alla vostra ~/.wine, sotto di essa vi troverete un disco C ( /drive_c/ ), non dovrete modificarli per l’installazione, solo sappiate dove trovarli e come agisce wine (per chi come me è alle prime armi).

CONFIGURARE

Non starò a spiegare come configurare Notes, non è lo scopo del post, è ad interesse dei tecnici non degli utenti, presuppongo che sappiate il fatto vostro e come si migrano delle impostazioni di Notes. Per lanciarlo basta digitare:

$ wine ~/.wine/drive_c/percorsodoveaveteinstllatonotes/nlnotes.exe

In caso sostituite nlnotes.exe con admin.exe e designer.exe per le altre features, per inciso, potete lanciarli anche dalla barra dei bookmark (tanto alla fine soon sempre istanze di nlnotes), a quanto pare funzionano, o almeno, talvolta partono, personalmente crashava prima della patch descritta a fine di questo paragrafo, ora non ho più il problema (Thx again Dan :D)

Quello che c’è da sapere è che il client funziona egregiamente bene, ma USATE LE VERSIONI DI WINE CHE HO INDICATO, non una più nuova, attualmente la anche release 0.9.37 è stabile (ma non ho provato la più recente 0.9.38), le versioni precedenti avevano diversi bug (non solo su notes), per andare sul sicuro usate solo le versioni 0.9.33 o 0.9.37 che sono ampliamente testate, se avete problemi potete provare con le versioni 0.9.19 alla .32, ma credo siano state più testate con la 6.5 di Notes che con la 7 (io personalmente non le ho provate). Questo consigli non sono casuali, le versioni tra la .34 e la .36 (comprese) soffrono di alcuni regression bug che rendono quasi inutilizzabili molti applicativi, purtroppo Wine è un programma che è facile a smettere di funzionare con alcuni applicativi per specifiche versioni, è così e quindi ci dobbiamo convivere, e questo è anche il motivo per cui consiglio di tenersi lontani da repository ma di installare i .deb di volta in volta (in questo modo si evitano involontari update, e si dispone dei pacchetti al volo per fare rollback senza usare synaptic per forzare le versioni).

Inoltre tenetevi lontani dalla console compresa nell’administrator, altro crash certo. Ho creato i profili per l’eseguibile nlnotes.exe tramite winecfg dopo l’installazione, e gli ho specificato a windows XP il tipo di “windows version”, in questo modo ho notato un leggero incremento di performance. E’ altamente probabile incappare nel bug delle “user preferences”, seguendo il link verso il wiki di WineHQ (che trovate in fondo) c’è l’ottima soluzione a questi crash:

  1. copiatevi da una macchina windows le seguenti DLL: oleacc.dll e oleaccrc.dll
  2. le copie incollatele nella ~/.wine/drive_c/windows/system32
  3. con winecfg modificate il profilo di nlnotes.exe in modo da impostare un override alla dll oleacc (lasciate stare l’altra, non và specificata), la modalità deve essere “Native” (di base facendo “Add” vi darà “Native and Builtin”, selezionate la voce di override appena aggiunta e fate edit, da lì impostate “Native”)
  4. Lanciate notes e testate…

CONCLUSIONI

Manca tantissimo, stò ancora studiando di riavere la console sull’administrator (e testandone tutte le funzionalità cautamente), e tante piccole cose. Se per quasi tutto il client classico c’è stabilità/funzionalità ho più fatica a testare in produzione l’administrator, ed anche sul web ho molti meno riscontri. Il designer proprio non l’ho testato, che se è vero che è utile non rientra nelle mie necessità quotidiane, pertanto picche al momento. In quanto a prestazioni mi sembra forse addirittura più veloce che su Windows, ma c’è da dire che la mia linux-box è decisamente ben carrozzata rispetto e quelle M$ che posso usare. Anche l’uso di memoria RAM pare allineato. Man mano che troverò fix e trucchi per migliorarne la stabilità/funzionalità vedrò di aggiornare il post…

AGGIORNAMENTI

Edit1: Grazie a Dan Kegel (commento #1), maintaner di questa pagina http://wiki.winehq.org/LotusNotes nella quale trovate diverse informazioni utili.

Edit2: grazie al link di Dan sopracitato aumentate features e stabilità del client (tips sulle oleacc.dll e oleaccrc.dll).

Edit3: aggiunte note versione 0.9.37 e modifiche tanti piccoli dettagli.

  1. I now link to this page from
    http://wiki.winehq.org/LotusNotes

    wine-0.9.37 might be worth trying, it fixes several regressions.

    • coort
    • 12 maggio 2007

    @Dan Kegel:
    thx for the tips, and the links😀
    When i have some spare time i’ll make a try with 0.9.37, actually i’ll stick with 33 for a few days for some testing (at least for a week).
    I’m not sure, but (as stated above in my post) i remember that linux native notes R7 version does not include the administrator feature.
    Sry for my poor english😀

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: